Quanto incidono le condizioni climatiche sulla pelle

Disidratazione e photoaging. Questi gli effetti che causa l’estate sulla nostra pelle, anche se la vacanza è stato solo un miraggio. Questo perché gli agenti atmosferici hanno un forte impatto sull’epidermide anche in città, ovviamente in modo più lieve. Per accorgerci di tali effetti, bisogna però attendere lo sbiadirsi dell’abbronzatura. Nel momento in cui la pelle perde quel tipico colorito estivo, leggermente dorato, che piace un po' a tutti.

Come idratare la pelle dopo l’estate e prepararla all'autunno. Le creme idratanti non hanno come compito primario quello di apportare idratazione dall'esterno, ma principalmente devono evitare che tale idratazione venga dispersa tramite evaporazione. Le sostanze idratanti infatti trattengono l'acqua negli strati superiore della pelle. Quando si rientra dalle vacanze, o quando termina il periodo estivo di caldo e secchezza, la pelle si trova in condizioni di disidratazione e questo è il motivo per cui dovrebbero essere evitati tutti quei gesti che potrebbero aumentare questo stato. Un nostro consiglio è quello di preferire la doccia al bagno considerato che un prolungato contatto con acqua favorisce la “desquamazione” della pelle. Non vanno utilizzati dei detergenti troppo aggressivi, ma si dovrebbero preferire prodotti oleosi ed evitare di strofinare energicamente la pelle durante la fase di asciugatura.

Come facciamo a capire se la nostra pelle ha bisogno di acqua? Anche se la pelle non è arrivata al punto di “tirare”, quando sentiamo che le il nostro fisico inizia a calare di prestazioni è il momento di bere acqua ed idratarsi. La stanchezza è uno dei campanelli d'allarme che segnala la disidratazione anche a livello superficiale.

Come va selezionata una giusta crema idratante? Ognuno di noi ha un diverso spessore della pelle, una diversa colorazione e diverse caratteristiche: quindi il primo elemento per valutare la scelta di un prodotto piuttosto che un altro è proprio la “costituzione” della pelle stessa. Vanno poi presi in considerazione altri fattori come l'età, la stagione e gli specifici problemi personali. Dopo aver ricercato e stabilito il prodotto più adatto alle proprie esigenze e che fornisca la giusta idratazione, non va tralasciato il fatto che rimarrà lo stesso per molto tempo: anche il prodotto migliore dovrà essere sostituito, poiché il nostro organismo subisce variazioni continue, da quelle ormonali a quelle fisiologiche.

Noi di Mia Profumi offriamo una vasta selezione di creme corpo:

THIERRY MUGLER AURA

Il latte corpo Aura Mugler, dalla consistenza vellutata, risveglia i sensi e avvolge il corpo nell'aura di una femminilità misteriosa, vitale e potente. La nuova creazione di Mugler è un invito a riconnettersi alla propria natura più profonda e a svelare la propria femminilità, la propria aura. Una fragranza indimenticabile, come ogni sua preziosa creazione.

BYBLOS MARE

Mare racchiude la sensazione di sali marini, con note di fondo di Patchouli, Ambra e Muschio.

BYBLOS AQUAMARINE

Le croccanti note di mela, unite alle foglie di violetta, incontrano l’eleganza eterea della fresia per regalare alla fragranza un’impalpabile leggerezza. Nel cuore l’intensità calda e sensuale del gelsomino è ammorbidita dalla trasparente freschezza del mughetto e dalla soave delicatezza dei petali di peonia. Nel fondo note preziose e confortevoli di musk e legno di cedro incontrano la sensualità vellutata dell’ambra grigia, per donare alla fragranza un delicato tocco di setosità.

CALVIN KLEIN CK ONE

Un latte idratante senza olio, estremamente versatile, unisex. Una lozione fresca e stimolante per viso e corpo. Una combinazione di estratti naturali a base di gingko, edera, dentella, erba fresca e pantenolo, che aiuta a mantenere la pelle morbida e idratata. La formula, non grassa, scivola piacevolmente sulla pelle dopo la doccia o dopo la rasatura. Le note di testa sono brillanti ed effervescenti, risultato della fusione di bergamotto, cardamomo, ananas fresco e papaia. Il cuore è definito dalle note di High-cis Hedione -un particolare derivato del gelsomino che aumenta l’intensità del bouquet rendendolo delicatamente persistente - dalla violetta, rosa e dalla noce moscata. Il fondo esprime due tipi di muschio associati all’ambra per un effetto voluttuoso e un accordo di tè verde, che lo permea da cima a fondo.

Condividi questo post